Archivi tag: Whatsapp

WHATSAPP INSTAGRAM E MESSENGER VERSO INTEGRAZIONE FACEBOOK


AGGIORNAMENTO DELLE 21:28 DI VENERDì 25 GENNAIO 2019

WHATSAPP INSTAGRAM E MESSENGER VERSO INTEGRAZIONE FACEBOOK

whatsapp

Il futuro di Facebook è all’insegna dell’integrazione delle sue applicazioni di messaggistica, Messenger e WhatsApp, e dell’app Instagram molto popolare tra i giovani. A svelare i dettagli del progetto, che dovrebbe andare in porto tra fine 2019 e inizio 2020 e’ il New York Times le cui fonti, anonime, sono quattro persone che lavorano all’integrazione. Zuckerberg ha sempre promesso di non voler sovrapporre i servizi di sua proprieta’. Ma deve farlo per motivi di business: tutte queste app crescono di piu’ della piattaforma madre, Facebook che tra pochi giorni compie 15 anni.

instagram
Secondo le indiscrezioni del New York Times Facebook, Messenger, WhatsApp e Instagram pur restando distinte come app sugli smartphone, dovrebbero unire business e utenti. Con dubbi non indifferenti sui dati e sulla privacy, visto l’incrocio di numeri di telefono e informazioni personali. Tra i punti importanti dell’integrazione, secondo il New York Times, ci sarebbe anche l’estensione a tutte le app del sistema di crittografia ‘end to end’, che segreta le conversazioni e le mette al riparo da intrusioni esterne.
Facebook che conta oltre 2 miliardi di utenti nel mondo e’ stato lanciato a febbraio 2004, ma l’affezione degli utenti si e’ affievolita dopo lo scandalo Cambridge Analytica senza contare l’allontanamento dei piu’ giovani che preferiscono altre app, in primis Instagram. Quest’ultima è stata acquistata da Facebook nel 2012 per 1 miliardo di dollari, WhatsApp nel 2014 per 14 miliardi di dollari. Mentre Messenger è stata sviluppata ‘in casa’ e lanciata nel 2011.

messenger

“Vogliamo costruire le migliori esperienze di messaggistica possibili; la gente vuole scambiarsi messaggi in modo veloce, semplice, affidabile e privato. Stiamo lavorando per portare la crittografia end-to-end ad altri nostri servizi di messaggistica e stiamo valutando come rendere più facile raggiungere amici e familiari attraverso i diversi network. Chiaramente, in una fase come questa in cui stiamo iniziando a definire tutti i dettagli per capire come rendere tutto questo possibile, sono ancora molte le discussioni e i confronti in atto”, commenta un portavoce di Facebook.

IN “TECNOLOGIA”

Maurizio Barra

4G: problemi con Iliad, TIM, Wind, Tre e Vodafone a causa di una falla e un bug


Chi sceglierà il nuovo operatore Sky Mobile 4G avrà grossi problemi. Gli stessi che si portano dietro anche TIM, Wind Tre, Iliad e Vodafone.

Sky Mobile sta per debuttare in Italia quale nuovo operatore telefonico 4G a fianco di IliadTIMWind Tre e Vodafone. La sfida si giocherà tutta sulla convenienza e sulla trasparenza ma c’è un problema che coinvolge tutti quanti MVNO compresi. Gli esperti in sicurezza hanno ravvisato una falla che espone conversazioni Whatsapp, dati bancari ed altre info. Il rischio è che un hacker intercetti tutto.

Si tratta di un problema comune che non dipende quindi dalle infrastrutture proprie dei gestori. Chiunque decida di accendere qualche antenna 4G proprietaria cade nel fallo di una piattaforma soggetta a gravi errori di sicurezza.

Il software incaricato della supervisione delle richiesta di connessione non riesce a capire che un hacker sta sniffando il traffico dati in transito da e verso i dispositivi. Si connette con funzione di intermediario installando una postazione hotspot che non solo replica il segnale ma registra tutto ciò che facciamo. Tutti in pericolo.

In passato serviva un’apparecchiatura da oltre 4.000 dollari ma recentemente gli analisti hanno scoperto che il Dark Web offre soluzioni molto più economiche che non richiedono particolari conoscenza tecnico-informatiche. Con meno di 200 dollari chiunque si trasforma in un hacker professionista.

Visti i costi ed il tempo richiesto per intervenire sul problema gli operatori non intendono prendere posizione. L’errore non verrà corretto e ce lo porteremo dietro anche con il 5G. L’unico modo che abbiamo per stare fuori dai guai è quello di tenere una distanza debita dall’ aggressore. Difficile capire chi e se ci sia, specie se siamo in zone esterne molto affollate. Dietro l’angolo potrebbe esserci il nostro cyber criminale. Pronto a tutto per estorcere dati preziosi.

Re: tecnoandroid

mytravel

 

WhatsApp, ecco la modalità notturna, come sarà il nuovo aggiornamento


Su WhatsApp è ormai in dirittura di arrivo la modalità notturna. potrete vedere la nuova funzione nella foto di testata.

WhatsApp già in questi primi mesi di 2019 ci sta confermando la sua propensione all’ adozione di soluzioni innovative per gli utenti. Gli sviluppatori della chat di messaggistica non sono mai sazi di aggiornamenti e vogliono offrire al loro pubblico un servizio sempre al passo con i tempi.

Nelle ultime settimane abbiamo riscontrato l’ennesima certezza. A breve, dopo quelli che sono stati rumors ed indiscrezioni, sulla chat arriverà una modalità notturna.L’upgrade, inutile dirlo, è uno dei più attesi da milioni di utenti.

WhatsApp, l’aspetto della chat di messaggistica con l’arrivo della Dark Mode

Da più mesi si parla di Dark Mode su WhatsApp. Le prime voci risalgono addirittura allo scorso autunno. Sul finire di gennaio, il gruppo di leaker di WABetaInfo attraverso i sui suoi canali social ha schiarito un po’ le idee. Sulla pagina Twitter di WABetaInfo ad esempio è stata postata una foto che mostra il futuro aspetto della chat.

L’immagine che vedete qui su in alto mostra una piattaforma caratterizzata interamente da un colore scuro, rispetto all’ attuale bianco e vero. Le chat come la main room sono contraddistinte da cromature nere.

Il cambio di look per WhatsApp è quindi drastico, ma attenzione: la Dark Mode non avrà solo vantaggi estetici. La tecnologia è volta anche a migliorare la resa degli schermi OLED. Tutti gli smartphone di nuova generazione, grazie a tale funzione, avranno benefici per l’autonoma della batteria.

RE tecnoandroid

Whatsapp per spie: ecco come scoprire l’identità di un contatto sconosciuto


C’è una procedura segreta che gli utenti Whatsapp possono usare per risalire alla vera identità di un contatto spia che non conosciamo. Geniale!

Whatsapp si fonda sul concetto di associazione numero – utente. Durante la procedura di registrazione è obbligatorio fornire un recapito per l’identificazione. Qualcosa di molto diverso dal cloud platform senza numero utilizzato per Telegram ed altre app di messaggistica affini. Chi non si trova nella nostra rubrica è irraggiungibile. Così sembra almeno in apparenza.

Ciò che Facebook non dice è che chi possiede il nostro numero è in grado di spiarci. Non incontra alcuna difficoltà. Magari il nostro numero è stato fornito da un amico comune o da un perfetto estraneo che ne è entrato misteriosamente in possesso. Con in mano il nostro recapito si spiana la strada verso numerosi problemi di sicurezza. Dobbiamo evitarli a tutti i costi.

Con questa guida possiamo scoprire le spie Whatsapp in circolazione. La privacy deve diventare una proprietà e la procedura che segue serve per mettere al sicuro il proprio account.

Whatsapp: la procedura per scoprire un contatto anonimo

Esiste un solo modo per scoprire di più su un account Whatsapp. Dobbiamo avere il suo numero. Per farlo creiamo un semplice gruppo e individuiamo lo stalker dalla lista dei possibili contatti da aggiungere. Qui compaiono tutti coloro che hanno il nostro numero anche se la nostra rubrica non li include. Una volta scoperti li possiamo bloccare subito o fare di meglio.

Con in mano il numero dell’assalitore possiamo sperare che questo abbia associato il suo recapito al profilo pubblico su Facebook. Inserendo il numero nella barra di ricerca potrebbe apparire l’account social completo del contatto. A questo punto è fatta. Ora possiamo sapere vita, morte e miracoli di quel misterioso individuo che ha spiato tutte le nostre azioni su Whatsapp. Una carta di identità completa ed un profilo accurato. Da spiati a spie per eccellenza.

Tale procedura è necessaria per prevenire spiacevoli conseguenze. Un contatto che ottiene informazioni personali sensibili può creare un account falso a nostro nome e diffondere notizie false. Prendendo la nostra foto profilo, il nome utente e la descrizione può creare un alter-ego che agisce per conto nostro senza che noi sospettiamo nulla. Le conseguenze possono essere disastrose, così come testimoniato dai numerosi episodi di frode e stalking segnalati dalle autorità di vigilanza.

Hai mai utilizzato questo sistema? Ti è stato utile? Lasciaci pure tutti i tuoi commenti e non perderti la nuova app per chattare con contatti che non sono presenti nella rubrica.

tecnoandroid

mytravel

WhatsApp, il trucco per parlare con più amici senza usare un gruppo


Su WhatsApp i gruppi sono diventati di fondamentale importanza. Vogliamo però mostrarvi una valida alternativa da non sottovalutare.

Cosa c’è di meglio di un gruppo WhatsApp per mettersi in contatto con una cerchia – ristretta o allargata che sia – di amici?                         Le conversazioni a più persone sono diventate un vero e proprio cult della piattaforma di messaggistica. Gli utenti d’altronde hanno familiarizzato da tempo con questo strumento reputato indispensabile per la quotidianità.

WhatsApp, l’unica vera alternativa possibile ai gruppi in chat

L’importanza dei gruppi nasce essenzialmente dalla loro praticitàQuella delle chat a più account è una via davvero fondamentale per comunicare allo stesso tempo con diversi contatti della rubrica

I gruppi, però, al netto della loro rilevanza spesso e volentieri possono diventare anche fastidiosi. Ecco quindi che molti sono alla ricerca di una strada alternativa. Vogliamo sottolineare, oggi, ancora una volta lo strumento parallelo delle “Liste Broadcast”.

Le “Liste Broadcast” rappresentano la via parallela ai gruppi. Premendo sul tasto in alto a sinistra nella bacheca di WhatsApp gli utenti avranno la facoltà di inviare uno stesso messaggio ad una serie di individui. L’invio sarà contemporaneo, proprio come avviene per le conversazioni di massa.

La differenza vera e propria tra “Liste Broadcast” e gruppi sta nella lettura dei messaggi.Se nei gruppi tutti possono leggere tutto, nelle “Liste” le comunicazioni si svolgeranno sottoforma di conversazioni private.

Le “Liste Broadcast” non possono sostituire i gruppi in ogni occasione, ma rappresentano sicuramente un’ottima soluzione specie quando ci sono da organizzare discussioni estemporanee legate a motivi di lavoro o di studio.

tecnoandroid

 

WhatsApp, ecco come lasciare un gruppo senza lasciare traccia


Lasciare un gruppo su WhatsApp senza lasciare traccia è ora quasi impossibile. Vi mostriamo una serie di possibili soluzioni

WhatsApp è senza dubbio alcuno la piattaforma più amata dagli italiani ed in generale dai possessori di smartphone di mezzo mondo. La chat di messaggistica ci tiene impegnata tutti i giorni con le sue conversazioni quotidiane. Nonostante il comune consenso, non mancano di certo le noie legate a WhatsApp. Un esempio classico è la presenza dei gruppi.

Chi più chi meno, tutti noi siamo stati coinvolti in una discussione con utenti semi sconosciuti.Magari per un compleanno, magari per un impegno di lavoro, si è costretti a star lì a contare le notifiche in entrata.

WhatsApp, come abbandonare un gruppo senza lasciare la minima traccia

Abbandonare un gruppo è possibile, ma ha degli svantaggi da non sottovalutare. Stando alle attuali disposizioni, tutti i partecipanti di un gruppo ricevono una pronta comunicazione. Da qui, quindi, una domanda: esiste un metodo per evitare le insidie di un gruppo senza lasciare traccia alcuna?

La risposta in questo momento è no. Gli sviluppatori non hanno previsto la possibilità di un’uscita anonima dalle conversazioni a più utenti. Presto con l’arrivo di una nuova funzione (la modalità vacanza) ciò sarà possibile, ma per ora resta soltanto l’attesa.

Gli utenti che cercano una soluzione fai da te possono utilizzare un piccolo espediente. Una via di fuga potrebbe essere l’abbandono nelle ore notturne. I partecipanti della chat non riceveranno subito una notifica sull’avvenuta uscita, ma scopriranno il tutto solo all’apertura della conversazione.

re: tecnoandroid

mytravel

 

WhatsApp, la chat cambia per sempre con il login tramite impronta digitale


WhatsApp finalmente soddisfa le richieste degli utenti. Vi mostriamo come cambia la chat con l’arrivo del login tramite impronta digitale

Da sempre chi è attivo su WhatsApp ha chiesto pugno duro da parte degli sviluppatori contro le persone che minacciano la privacy e la sicurezza in rete. La piattaforma di messaggistica specie nei primi anni d’attività è stata presa di mira da hacker e malintenzionati desiderosi di mettere le mani sulle discussioni segrete di utenti ignari.

Al giorno d’oggi lo spionaggio via server è pressoché impossibile, anche grazie alla presenza della crittografia end-to-end. E’ possibile, invece, guardare le conversazioni altrui (di un amico, di un parente o un conoscente) se in possesso anche per pochi secondi di uno smartphone.

WhatsApp, le password fanno il loro ingresso in chat: il servizio cambia così

Gli sviluppatori finalmente stanno perfezionando l’upgrade richiesto dal grande pubblico. Le conversazioni di tutti noi saranno protette con una speciale password. All’ingresso su WhatsApp gli utenti potranno digitare un codice d’autorizzazione prima di essere online.

L’aggiornamento di WhatsApp si apre inoltre anche ai neonati strumenti di riconoscimento. Oltre alla password numerica, quindi, sarà possibile utilizzare la scansione della propria impronta digitale o il riconoscimento del proprio viso. Così facendo, sia su device Android che su device iOS, l’accesso sarà veloce come sempre.

Il team di leaker, WABetaInfo, ha dato per primo l’annuncio dell’aggiornamento. Ora ci si chiede quali saranno i tempi per il rilascio. Il roll out del tool è previsto per le prossime settimane. Novità arriveranno di sicuro entro la primavera.

WhatsApp, la chat si apre al futuro con queste tre nuove funzioni


WhatsApp si prepara a grandi cambiamenti nel corso dei prossimi mesi. Sulla chat di messaggistica sono in arrivo tre aggiornamenti.

WhatsApp, i tre upgrade che vedremo in questi primi mesi di 2019

Gli sviluppatori della chat hanno fissato una sorta di lineup per i tre aggiornamenti di inizio 2019.

WhatsApp è probabilmente il software per smartphone con gli aggiornamenti più costanti. Gli sviluppatori nel corso di questi ultimi anni ci hanno abituato sempre a grandi novità per quanto concerne la piattaforma di messaggistica. Anche il 2019 sarà su questa scia. La lista degli upgrade previsti già per i primi mesi del nuovo anno lascia ottime prospettive agli utenti. Dopo le due new entry più attese come stickers e videochiamate di gruppo, ci si prepara a salutare altre interessanti funzioni

In pole position troviamo sicuramente la modalità oscura. WhatsApp, a seguito di varie indiscrezioni, ha praticamente ufficializzato la presenza della famosa Dark Mode. La grafica della chat sarà quindi caratterizzata con colori neri e con nuove cromature. Il sistema offrirà dei benefici estetici ma non solo. La Dark Mode rappresenta una rivoluzione anche per l’autonomia (e la batteria) dei smartphone di ultima  generazione attraverso una piena compatibilità con la tecnologia dei display OLED.

A breve su WhatsApp sarà disponibile anche un inedito sistema di accesso. Per incrementare la sicurezza degli account, gli sviluppatori stanno per lanciare un upgrade con la presenza di una password all’ingresso in chat. L’aggiornamento sarà integrato anche con le tecnologie di riconoscimento moderne con impronta digitale o scanner del viso.

Ultime modifiche per i file multimediali. Dopo le foto sulla chat – attraverso le notifiche – si potranno visualizzare anche anteprime di video e GIF.

 

WhatsApp, ecco il trucco per beccare gli spioni che guardano il vostro profilo


Sempre più persone utilizzano WhatsApp per spiare la vita privata di contatti e amici. Vi mostriamo il segreto per scoprire chi osserva le vostre informazioni personali.

Tutti nella propria rubrica hanno il contatto curioso di notizie, informazioni e cose personali. Con queste persone discutiamo su WhatsApp, ci scambiamo messaggi, spesso e volentieri organizziamo anche delle uscite. Alle nostre spalle però – e specialmente sui social – siamo bersaglio di questo o quel pettegolezzo.

Come stanare gli spioni su WhatsApp

Oggi vogliamo mostrare a coloro che ne hanno piene le scatole come fare a starare gli spioni su WhatsApp.

Come noto, la chat di messaggistica istantanea da mesi a questa parte si è aperta al mondo social. Attraverso l’immagine profilo, gli stati, le storie e l’ultimo accesso è possibile tracciare parte della nostra giornata e del nostro quotidiano.

A differenza di social come Instagram, Snapchat o anche Facebook, WhatsApp non offre opportuni strumenti di controllo.

La lista di chi osserva il nostro profilo

Sul Play Store di Google, però, ci sono delle opportunità fai da te da non lasciarsi scappare. Nelle ultime settimane sta riscuotendo molto successo l’applicazione, “Profile Tracker for WhatsApp“.

Il funzionamento di questa piattaforma è davvero elementare. Una volta effettuato il download, basta dare il consenso all’ utilizzo delle informazioni in chat ed il gioco è fatto. Ogni qual volta un curioso guarderà le nostre storie e visualizzerà il nostro profilo, saremo in grado di identificarne il nome.

Niente più segreti quindi. In attesa che WhatsApp apra gli occhi sulla propria privacy, consigliamo a tutti coloro che si sentono spiati di utilizzare questo veloce sistema.

Fonte: Tecnoandroid

 

I viaggi della vita attraverso il lavoro, il cibo, i luoghi, le curiosità, la musica, le esperienze vissute e attuali, un viaggio nel tempo in continua evoluzione.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: