Archivi tag: https://wordpress.com/post/mytravel747826080.wordpress.com/60

WhatsApp, ecco come lasciare un gruppo senza lasciare traccia


Lasciare un gruppo su WhatsApp senza lasciare traccia è ora quasi impossibile. Vi mostriamo una serie di possibili soluzioni

WhatsApp è senza dubbio alcuno la piattaforma più amata dagli italiani ed in generale dai possessori di smartphone di mezzo mondo. La chat di messaggistica ci tiene impegnata tutti i giorni con le sue conversazioni quotidiane. Nonostante il comune consenso, non mancano di certo le noie legate a WhatsApp. Un esempio classico è la presenza dei gruppi.

Chi più chi meno, tutti noi siamo stati coinvolti in una discussione con utenti semi sconosciuti.Magari per un compleanno, magari per un impegno di lavoro, si è costretti a star lì a contare le notifiche in entrata.

WhatsApp, come abbandonare un gruppo senza lasciare la minima traccia

Abbandonare un gruppo è possibile, ma ha degli svantaggi da non sottovalutare. Stando alle attuali disposizioni, tutti i partecipanti di un gruppo ricevono una pronta comunicazione. Da qui, quindi, una domanda: esiste un metodo per evitare le insidie di un gruppo senza lasciare traccia alcuna?

La risposta in questo momento è no. Gli sviluppatori non hanno previsto la possibilità di un’uscita anonima dalle conversazioni a più utenti. Presto con l’arrivo di una nuova funzione (la modalità vacanza) ciò sarà possibile, ma per ora resta soltanto l’attesa.

Gli utenti che cercano una soluzione fai da te possono utilizzare un piccolo espediente. Una via di fuga potrebbe essere l’abbandono nelle ore notturne. I partecipanti della chat non riceveranno subito una notifica sull’avvenuta uscita, ma scopriranno il tutto solo all’apertura della conversazione.

re: tecnoandroid

mytravel

 

WhatsApp, la chat si apre al futuro con queste tre nuove funzioni


WhatsApp si prepara a grandi cambiamenti nel corso dei prossimi mesi. Sulla chat di messaggistica sono in arrivo tre aggiornamenti.

WhatsApp, i tre upgrade che vedremo in questi primi mesi di 2019

Gli sviluppatori della chat hanno fissato una sorta di lineup per i tre aggiornamenti di inizio 2019.

WhatsApp è probabilmente il software per smartphone con gli aggiornamenti più costanti. Gli sviluppatori nel corso di questi ultimi anni ci hanno abituato sempre a grandi novità per quanto concerne la piattaforma di messaggistica. Anche il 2019 sarà su questa scia. La lista degli upgrade previsti già per i primi mesi del nuovo anno lascia ottime prospettive agli utenti. Dopo le due new entry più attese come stickers e videochiamate di gruppo, ci si prepara a salutare altre interessanti funzioni

In pole position troviamo sicuramente la modalità oscura. WhatsApp, a seguito di varie indiscrezioni, ha praticamente ufficializzato la presenza della famosa Dark Mode. La grafica della chat sarà quindi caratterizzata con colori neri e con nuove cromature. Il sistema offrirà dei benefici estetici ma non solo. La Dark Mode rappresenta una rivoluzione anche per l’autonomia (e la batteria) dei smartphone di ultima  generazione attraverso una piena compatibilità con la tecnologia dei display OLED.

A breve su WhatsApp sarà disponibile anche un inedito sistema di accesso. Per incrementare la sicurezza degli account, gli sviluppatori stanno per lanciare un upgrade con la presenza di una password all’ingresso in chat. L’aggiornamento sarà integrato anche con le tecnologie di riconoscimento moderne con impronta digitale o scanner del viso.

Ultime modifiche per i file multimediali. Dopo le foto sulla chat – attraverso le notifiche – si potranno visualizzare anche anteprime di video e GIF.

 

Luca Pasquaretta indagato per estorsione.


Il giornalista è stato il portavoce della sindaca di Torino Appendino.

Rassegna stampa

Certo che fa un certo effetto ripensare al boato della folla che con onestà, accolse l’elezione di Chiara Appendino a Sindaca di Torino. E il corteo festante e sbandierante che percorse in via Garibaldi verso il municipio del gruppone M5S, con la Sindaca in prima fila e al suo fianco l’appena nominato portavoce Luca Pasquaretta, giornalista professionista con un passato a Tuttosport. Soprannominato fin dal quel giorno pitbull, per il suo carattere, diciamo, un po’ rude nei confronti dei colleghi della stampa. Sembrano trascorsi secoli, invece era appena il giugno del 2016.

Ora il pitbull è al terzo fascicolo d’indagine. I fatti di piazza San Carlo e la consulenza con il Salone del libro. E ora questo con l’accusa di estorsione ai danni della stessa Appendino.

Fino a prova contraria Pasquaretta è innocente. Personalmente essendo io il più garantista dei garantisti non aggiungerò altro. Riporto invece qui sotto una rassegna stampa dei quotidiani che oggi hanno ripreso la notizia del nuovo filone d’indagine a carico dell’ex portavoce. Poi sarà la giustizia, in tutti i suoi gradi, a dirci se Pasquaretta è colpevole o innocente.

Certo è che quello slogan onestà, oggi appare, come minimo, un filo appannato.

Credits

Il Post

La Stampa

Il  Corriere della Sera

La Repubblica

Il Fatto Quotidiano

Sky Tg24

Lo Spiffero

TgCom 24

Nuova Società

Ansa

Torino Qui

 

Fonte:
giorgiolevi | 2 febbraio 2019 alle 11:05 am | Categorie: giorgio levi | URL: https://wp.me/p8J7I-3I2