Archivi tag: hacker

4G: problemi con Iliad, TIM, Wind, Tre e Vodafone a causa di una falla e un bug


Chi sceglierà il nuovo operatore Sky Mobile 4G avrà grossi problemi. Gli stessi che si portano dietro anche TIM, Wind Tre, Iliad e Vodafone.

Sky Mobile sta per debuttare in Italia quale nuovo operatore telefonico 4G a fianco di IliadTIMWind Tre e Vodafone. La sfida si giocherà tutta sulla convenienza e sulla trasparenza ma c’è un problema che coinvolge tutti quanti MVNO compresi. Gli esperti in sicurezza hanno ravvisato una falla che espone conversazioni Whatsapp, dati bancari ed altre info. Il rischio è che un hacker intercetti tutto.

Si tratta di un problema comune che non dipende quindi dalle infrastrutture proprie dei gestori. Chiunque decida di accendere qualche antenna 4G proprietaria cade nel fallo di una piattaforma soggetta a gravi errori di sicurezza.

Il software incaricato della supervisione delle richiesta di connessione non riesce a capire che un hacker sta sniffando il traffico dati in transito da e verso i dispositivi. Si connette con funzione di intermediario installando una postazione hotspot che non solo replica il segnale ma registra tutto ciò che facciamo. Tutti in pericolo.

In passato serviva un’apparecchiatura da oltre 4.000 dollari ma recentemente gli analisti hanno scoperto che il Dark Web offre soluzioni molto più economiche che non richiedono particolari conoscenza tecnico-informatiche. Con meno di 200 dollari chiunque si trasforma in un hacker professionista.

Visti i costi ed il tempo richiesto per intervenire sul problema gli operatori non intendono prendere posizione. L’errore non verrà corretto e ce lo porteremo dietro anche con il 5G. L’unico modo che abbiamo per stare fuori dai guai è quello di tenere una distanza debita dall’ aggressore. Difficile capire chi e se ci sia, specie se siamo in zone esterne molto affollate. Dietro l’angolo potrebbe esserci il nostro cyber criminale. Pronto a tutto per estorcere dati preziosi.

Re: tecnoandroid

mytravel

 

Sanpaolo: i conti correnti possono essere svuotati dalla nuova truffa


La Polizia lancia l’allerta per un messaggio truffa che sta prelevando soldi dai conti e dalle carte degli utenti iscritti al gruppo Intesa Sanpaolo.

Si richiede massima attenzione per una truffa Intesa Sanpaolo prontamente segnalata dal nucleo di indagine della Polizia Postale. Dalle pagine dell’autorità statale emerge un messaggio fraudolento che potrebbe rappresentare un bel problema per chi ha aperto un conto con la banca o ha richiesto una carta di credito/debito o prepagata con IBAN.

Attenzione alla truffa: Intesa Sanpaolo in ginocchio

Partendo dal presupposto che Intesa Sanpaolo non ha nulla a che vedere con il nuovo phishing prendiamo in esame il tentativo di frode realizzato dal sedicente gruppo hacker che sta mettendo alle corde gli utenti. Si comunica il tempestivo blocco dei conti per prelievi ed operazioni ordinarie di accesso. A quanto pare i dati devono essere verificati per ripristinare la corretta operatività del sistema. Il database con le informazioni pare non essere più valido. Si rende necessario un nostro intervento.

“Gentile XXXXXX,
l’ultimo controllo di sicurezza ha concluso che il tuo account ha alcune attività insolite, pertanto abbiamo limitato alcune funzioni come (pagamenti online, trasferimenti bancari e prelievi di denaro). Effettua il login al tuo account ed esegui i semplici passaggi per ripristinare completamente le funzioni del tuo account Si prega di confermare la propria identità attraverso il nostro collegamento sicuro”

Il messaggio è questo ma si capisce che l’autore ha il solo scopo di estorcere informazioni personali e sul conto per username, password e codice PIN. La struttura del testo dà molto da pensare in merito all’esposizione della problematica. Punteggiatura mancante e sintassi discutibile sollevano parecchi dubbi. I timori iniziali trovano conferma nella presenza di un link sospetto in calce alla comunicazione.