Archivi tag: Corinto

5 Giorno> La meravigliosa Acropoli dell’antica Corinto


Oggi visiteremo l’Acropoli dell’antica Corinto, ce ne hanno parlato molto bene, quindi ci svegliamo curiosi e fiduciosi. Ci stiracchiamo e scendiamo a fare colazione con calma, c’è una torta allo yogurt fatta dalla proprietaria che è davvero buona ed il clima è ottimo per rilassarsi un po’. A questo punto, riposati e colazionati, saliamo fino a dove possiamo in macchina ed eccoci arrivati al punto d’ingresso al sito archeologico. In tutta onestà, non ci aspettavamo questa vista meravigliosamente suggestiva, non appena si guarda giù si gode di un panorama mozzafiato sulle colline di Loutraki, il mare di un blu deciso in lontananza rende il tutto ancora più bello. C’è molto vento, il che non ci scoraggia visto che il caldo non è indifferente. Il consiglio principale è quello di portarvi una crema solare protettiva, non sembra ma qui sopra è davvero facile bruciacchiarsi un po’ le spalle.

Non ci resta che entrare nel sito e rimaniamo davvero stupiti dalla bellezza di questo posto, ci si sente proprio in alto e se ci si prova si riesce a immaginare un po’ come potesse essere in passato. Inoltre, vi consigliamo  di prendervi due o tre ore per visitare tutto, se volete salire fino in cima ci metterete un po’, ed essendoci parecchi punti panoramici, vi fermerete a fare moltissime foto. Qualche informazione utile: il sito è visitabile gratuitamente, fate molta attenzione con i bimbi perché non ci sono protezioni, quindi non perdeteli di vista, chiaramente portatevi acqua e scarpe comode. La salita è un po’ faticosa e la pietra è liscia, quindi con scarpe non idonee potreste scivolare. Il sito chiude alle 15.00, quindi vi consigliamo di visitarlo in mattinata. Dopo la nostra visita, decidiamo di scendere in paese e farci un giretto orientativo, ci fermiamo a mangiare una coppa di gelato per merenda e facciamo un tuffo in spiaggia, prendiamo un po’ di sole e ci rilassiamo tra un bagno e l’altro.

Verso le 19.00 decidiamo di tornare in camera, farci una doccia e tornare a mangiare dove abbiamo mangiato la sera prima. La stanchezza comincia a farsi sentire, quindi evitiamo di muoverci più di tanto, ma nella passeggiata di ritorno in albergo la nostra attenzione viene attirata da un qualcosa di spinoso vicino a noi. Avvicinandoci ci rendiamo conto essere un riccio di dimensioni nemmeno troppo piccole, facciamo qualche foto e torniamo a casa.

Riccio

Re terracqueo

mytravel

4 Giorno> Ultimo saluto ad Atene, noleggio dell’auto e viaggio in macchina fino a Corinto


Sveglia non troppo tardi, vogliamo goderci per un’ultima volta la Plaka, fare di nuovo un giro tra i negozi e comprare le ultime cose su cui eravamo indecisi. Prima di uscire però decidiamo di usufruire della colazione in hotel, possiamo dirvi che quest’hotel, nonostante sia un quattro stelle e secondo noi non siano esattamente meritate, ha un punto di forza non indifferente. La colazione si tiene all’ultimo piano dell’edificio su una terrazza dalla quale potrete ammirare l’Acropoli all’alba, ed è davvero emozionante. Potete decidere se stare all’interno, da dove comunque vedrete lo spettacolo seppur interrotti da una vetrata, o all’esterno, noi abbiamo scelto quest’ultima opzione. Con calma ci rifocilliamo ed usciamo.

Passeggiamo un po’, facciamo qualche acquisto e qualche foto, compriamo il cavo da utilizzare in macchina per ascoltare la musica e, tornando verso l’hotel, prendiamo un taxi in direzione aeroporto, dove ci aspetta la nostra macchina, che chiaramente abbiamo noleggiato a partire da oggi. Facciamo una piccola precisazione: se vi è possibile evitate di prenotare la macchina in centro ad Atene, intanto perché è una città che potete girare tranquillamente a piedi, noi non abbiamo mai preso neppure un mezzo, in secondo luogo perché è una città comunque molto caotica, i greci non sono esattamente i capi della guida, e vi ritrovereste nel traffico perdendo un sacco di tempo. Inoltre, i parcheggi non sono molto frequenti, quindi potreste dover cercare per molto tempo e non essere nemmeno sicuri di poter parcheggiare dove preferite. Bene, arriviamo in aeroporto e montiamo sulla nostra macchina che ci accompagnerà da qui in poi.

Corinto antica

Destinazione Corinto. Non so voi, ma per noi il momento in cui si ritira la  macchina risulta essere sempre un po’ magico, ci si sente di avere il mondo in mano e di poter visitare il posto in tutte le sue sfaccettature. Finestrini giù, musica a palla e via verso il Peloponneso, dove si svolgerà tutto il resto della nostra vacanza. Nel giro di un’ora e pochi minuti arriviamo a Corinto, il nostro hotel non è proprio in paese, si trova in campagna, posto che abbiamo scelto volutamente per rilassarci un po’, inoltre, dotati di macchina, per noi questo non sarà un problema. Lasciamo le valigie in camera, ci rinfreschiamo un attimo e scendiamo verso Loutraki, situata a quattro km da Corinto, è la località balneare per eccellenza in zona. Potete decidere di andare in spiaggia, ne troverete per tutti i gusti, oppure di farvi un giro per il paesino. Per oggi, evitiamo la spiaggia ed esploriamo un po’ il luogo, entriamo in qualche negozio, facciamo merenda con un gelato e passeggiamo.

A questo punto, tra una cosa e l’altra, si son fatte le 18.30, decidiamo di tornare un po’ in albergo, goderci il balconcino comune per poi andare a cenare nei pressi dell’Acrocorinto, ovvero la Corinto antica. Non conoscendo il posto, dopo un po’ di riposo, scendiamo dalla proprietaria dell’hotel e chiediamo qualche informazione che ci fornisce con gentilezza e disponibilità, ci viene consigliato il ristorante Gemelos. Saliamo fin sopra a Corinto ed in effetti il posto è molto carino, mangiamo su una terrazza al tramonto, spendiamo veramente poco, una ventina di euro in due e soddisfatti facciamo un giro. Da qui vediamo la rocca di Corinto, che visiteremo domani e qualche rovina in lontananza, facciamo qualche foto e torniamo in albergo a riposare.

Fonte: Terracqueo

mytravel