Archivi categoria: Medicina

(Medicina in breve) – Il fenomeno della prescrizione di terapie inappropriate…


Medicina, Cultura, e Legge

Molto più frequentemente di quanto si possa immaginare vengono prescritte ai pazienti, dai vari medici competenti, terapie farmacologiche inappropriate, senza peraltro dare, in tal senso, alcun vero consenso informato (leggi il mio articolo che argomenta in materia di consenso informato: Legge e giurisprudenza in tema di consenso informato al paziente, da parte del medico).

Di rilievo nella casistica, in oggetto, sono:

la scelta della tipologia del medicinale, spesso errata e/o inadeguata alla specificità del paziente;

l’assenza, a volte totale, di informativa sui possibili effetti collaterali del farmaco prescritto (‘consenso informato’);

l’indicazione della modalità, della tempistica e del dosaggio del medicinale prescritto, spesso non corretti;

l’associazione di più farmaci (le cosiddette ‘politerapie’) senza una congrua e specifica analisi delle peculiarità del caso specifico;

l’assenza, quasi sempre totale, di informativa sui possibili effetti collaterali da interazioni di più…

View original post 270 altre parole

(Medicina in breve) – Felicità e malattie…


Medicina, Cultura, e Legge

In generale, essere felici, sereni, e positivi, aiuta a prevenire molte malattie, tra cui quelle psichiatriche, vascolari, e oncologiche, ma non solo.

Difatti tristezza, stress, ansia e negatività se cronici possono essere, in un certo senso, più nocivi, per la salute generale, delle cattive abitudini.

La corretta prevenzione verso le malattie, dunque, inizia, innanzitutto, dal nostro stare bene a livello psico-emotivo…

Altri articoli sul tema li trovi anchequi.

N.B. Stefano Ligorio, in ambito di tematiche mediche, è anche autore di un libro dal titolo: ‘La Strana Malattia: Come prevenire, diagnosticare, e curare, l’ansia (ansia sociale, ansia generalizzata e ansia somatizzata) e la depressione (depressione maggiore e depressione cronica -distimia)’, ma anche di: ‘Il Cancro -Vademecum-(Guida Pratica alla Prevenzione e alla Cura del Tumore Maligno)’.

Stefano Ligorio

View original post

(Medicina in breve) – Buonumore e attività fisica…


Medicina, Cultura, e Legge

Praticare una costante e regolare attività fisica -moderatamente intensa- rende l’umore più positivo, in altre parole è in grado di dare una sensazione di felicità e di benessere psico-emotivo dai risvolti anche duraturi.

L’attività fisica regolare (moderatamente intensa) sembra essere precisamente correlata, tra i tanti evidenti benefici, al benessere psichico, del resto è ormai chiaro nella comunità scientifica come la sedentarietà aumenti il rischio di insorgenza di malattie come ansia e/o depressione, in particolare negli anziani.

A tal riguardo, questi ultimi, propensi come sono -almeno in generale- a una vita relativamente sedentaria (con le numerose conseguenze negative sulla salute tutta), dovrebbero imparare a frequentare -con le specifiche cautele del caso- le palestre (le quali non dovrebbero rimanere luoghi frequentati solo dai più ‘giovani’) e ogni altro luogo che possa essere, a tal fine, idoneo.

Altri articoli sul tema li trovi anchequi.

N.B. Stefano Ligorio, in ambito di tematiche mediche…

View original post 54 altre parole

(Medicina in breve) – I diabetici devono ridurre il più possibile lo stress…


Medicina, Cultura, e Legge

A fronte del fatto che livelli più alti di cortisolo (denominato anche ‘ormone dello stress’) vengono associati a livelli più alti di glucosio nel sangue (N.B. il cortisolo, nei soggetti sani, è di norma più alto nelle ore diurne e via via diviene più basso nelle ore serali e soprattutto notturne) i soggetti affetti, in particolare, da diabete di tipo 2 (detto anche diabete non insulino-dipendente), nel meglio contrastare la malattia, debbono, tra le altre cose, ridurre il più possibile lo stress, in quanto molto incidente sull’aumento della produzione di cortisolo.

Altri articoli sul tema li trovi anchequi.

N.B. Stefano Ligorio, in ambito di tematiche mediche, è anche autore di un libro dal titolo: ‘La Strana Malattia: Come prevenire, diagnosticare, e curare, l’ansia (ansia sociale, ansia generalizzata e ansia somatizzata) e la depressione (depressione maggiore e depressione cronica -distimia)’, ma anche di: ‘

View original post 15 altre parole

Ansia e depressione sono la malattia del secolo che sta interessando milioni di individui in tutto il mondo…


Medicina, Cultura, e Legge

Il mio libro: ‘La Strana Malattia (Come prevenire, diagnosticare, e curare, ansia e depressione)’. Vai alla sua presentazione.

Articoli sul tema li trovi anchequi.

N.B. Stefano Ligorio, in ambito di tematiche mediche, è anche autore di un libro dal titolo: ‘Il Cancro -Vademecum-(Guida Pratica alla Prevenzione e alla Cura del Tumore Maligno)’.

Stefano Ligorio

View original post

(Medicina in breve) – Verità scientifiche per combattere il pregiudizio verso malattie come ansia e depressione.


Medicina, Cultura, e Legge

Avere ben chiaro il concetto che ansia e depressione hanno (similmente alle malattie organiche) anche una componente biologica e, dunque, non solo psichica, può essere decisivo per limitare il pregiudizio verso queste malattie psichiatriche.

Difatti, molto spesso, proprio perché si è, in modo errato, convinti che ansia e depressione siano, esclusivamente e unicamente, di origine psichica (dunque, non anche biologica), si tende a colpevolizzare il malato verso il quale si proiettano anche pensieri e atteggiamenti di pregiudizio e di discriminazione.

Se si riuscisse a infondere la corretta verità scientifica che vi è anche un aspetto biologico (per nulla trascurabile) di dette malattie in grado di chiarire e ‘certificare’ che quasi sempre i soggetti che da queste sono affetti sono solo parzialmente ‘responsabili’ della propria malattia allora anche il pregiudizio, in tal senso, avrebbe meno forza.

Tale consapevolezza assume un rilievo anche nel paziente stesso, il quale potrebbe, in generale, avere…

View original post 91 altre parole

(Medicina in breve) – Ansia e depressione rappresentano un importante fattore di rischio verso l’insorgenza di malattie cardiovascolari.


Medicina, Cultura, e Legge

E’ ormai appurato, da tempo, il preciso dato inerente al fatto che malattie come ansia e depressione aumentino il rischio di problemi cardiovascolari (com’è anche vero il contrario, ovvero che le malattie cardiovascolari possono predisporre, e per ovvi motivi, all’insorgenza di ansia e depressione).

Questo dato conferma, ancora una volta, l’importanza, sotto molteplici aspetti, di un approccio terapeutico tempestivo e adeguato verso queste malattie psichiatriche.

Per cui oltre al fumo di sigaretta, all’ipertensione, al colesterolo alto, e via dicendo, le malattie psichiatriche, nella specie ansia e depressione (ma non solo, ovviamente), rappresentano, in generale, altro importante fattore di rischio (in tal senso spesso trascurato) verso l’insorgenza di malattie cardiovascolari.

Altri articoli sul tema li trovi anchequi.

N.B. Stefano Ligorio, in ambito di tematiche mediche, è anche autore di un libro dal titolo: ‘La Strana Malattia: Come prevenire, diagnosticare, e curare, l’ansia (ansia sociale, ansia generalizzata e ansia…

View original post 29 altre parole

(Medicina in breve) – Piccoli consigli per i diabetici.


Medicina, Cultura, e Legge

Chi soffre di diabete, oltre a dover precisamente seguire le, eventuali, terapie mediche (a seconda che si tratti di diabete insulino-dipendente detto anche di tipo 1 -su base autoimmune- o di diabete non insulino-dipendente detto anche di tipo 2, o di altre diversificate forme -meno frequenti- come quello gestazionale, monogenico, secondario…), deve avere grande accuratezza nella propria alimentazione facendo particolare attenzione alla quantità e alla qualità dei carboidrati assunti.

E’ molto utile affidarsi a un nutrizionista, il quale avrà modo di personalizzare la propria dieta secondo la specificità del caso, tuttavia, in linea generale, si può affermare che ridurre le calorie nella propria dieta, e gli alimenti che contengono zuccheri semplici in favore di quelli che contengono quelli complessi, perdere peso, praticare una costante e regolare attività fisica, assumere alimenti più ricchi di fibre (verdure, legumi…), e alimentarsi con piccoli pasti suddivisi in più momenti della giornata (limitando…

View original post 85 altre parole

(Medicina in breve) – Gli antidepressivi nei malati oncologici.


Medicina, Cultura, e Legge

I malati oncologici, per ovvi motivi, subiscono, e per lungo tempo, un carico emozionale -negativo- molto rilevante e molto spesso possono manifestare sintomi ansioso/depressivi, i quali non debbono minimamente essere trascurati, difatti tale sintomatologia può, tra le altre cose, rendere anche più difficoltose le terapie oncologiche, potendo peggiorare finanche le prospettive di vita di queste persone.

In questi casi diventa necessaria la prescrizione, da parte di un medico competente, di un’adeguata terapia antidepressiva (no agli ansiolitici, specie se trattasi di benzodiazepine -per maggiori info clicca qui-), la quale sarà in grado di curare i sintomi ansioso/depressivi, ma anche di alleviare alcuni sintomi dolorosi dovuti ad alcuni, eventuali, effetti collaterali delle terapie oncologiche (ad es. neuropatia periferica da chemioterapia…).

Difatti gli antidepressivi, oltre a curare la sintomatologia ansioso/depressiva, possono essere molto utili nei riguardi di molti sintomi, finanche nel trattamento del dolore specie di tipo neuropatico.

Sta di fatto che…

View original post 123 altre parole

(Medicina in breve) – Attenzione all’uso prolungato degli inibitori di pompa protonica.


Medicina, Cultura, e Legge

Gli inibitori di pompa protonica (PPI), comunemente definiti ‘gastroprotettori’, sono tra i farmaci più prescritti in assoluto, tuttavia, in relazione alla patologia da trattare, dovrebbero essere assunti (al contrario di quanto avviene) al dosaggio minimo possibile e solo per un periodo di tempo ridotto, evitando, in ogni caso, l’assunzione prolungata in assenza di una precisa indicazione medica.

Questi farmaci (omeprazolo, lansoprazolo, pantoprazolo, esomeprazolo…) bloccano (ovvero riducono) la produzione di acido da parte dello stomaco e, per questo motivo, sono utilizzati -perché molto efficaci- per trattare gastriti e/o ulcere (associati o meno a Helicobacter Pylori), reflusso gastroesofageo…, e nella prevenzione del danno dafarmaci antinfiammatori non steroidei (FANS).

Gli inibitori di pompa protonica vanno assunti, dunque, solo se necessario; ove occorra una terapia prolungata, andranno, invece, previste delle periodiche e precise rivalutazioni in tal senso, ponendo in essere una somministrazione a un dosaggio quanto…

View original post 310 altre parole