Tutti gli articoli di giovanni tagliarini

Sono un informatico ho gestito un'attività nel settore per quasi trent'anni nel 2014 la crisi dei mercati e la concorrenza dei maxistore ha costretto alla chiusura molte piccole aziende in tutti i comparti non solo commerciali (tra cui la mia) . In questi anni ho fatto diversi tipi di lavori tra cui quello di aiuto chef in un ristorante di cucina francese a Londra, attualmente mi trovo in Italia dove il lavoro è un miraggio e comunque non remunerato in modo adeguato, per cui nei prossimi mesi mi trasferirò per nuove esperienze lavorative all'estero, attualmente mi occupo di Social Network e Affiliazioni con Amazon ed altre aziende presenti nell'ecommerce, sono un neo giornalista freelance e scrivo o pubblico articoli di colleghi che possano arrivare ad un pubblico più ampio per questi motivi ho scelto Wordpress che sicuramente è la piattaforma adatta alle mie esigenze, chi mi volesse contattare, per informazioni consigli o critiche può farlo inviando un'email a tagliarini.giovanni@gmail.com grazie Cordiali saluti

Joe Biden ha giurato come 46° presidente degli Stati Uniti: “Questa è la giornata dell’America, della democrazia, della storia e della speranza”


Il grande giorno è arrivato! Joe Biden ha giurato come 46° presidente degli Stati Uniti davanti al presidente della Corte suprema John Roberts, sulla Bibbia di famiglia tenuta dalla moglie Jill.

“Questa è la giornata dell’America, della democrazia, della storia, della speranza. Chiedo a tutti gli americani di aiutarmi nell’unire il Paese. Metterò tutta la mia anima per riunire la nazione, gli Usa hanno molto da fare in questo inverno di pericolo, c’è molto da riparare e da risanare. Il virus ha fatto più vittime di quanti americani sono morti nella Seconda Guerra Mondiale, ma possiamo batterlo. Lo so parlare di unità può sembrare una folle fantasia in questi giorni. So che le forze che ci dividono sono profonde e reali e so anche che non è una novità. Ma l’unità è l’unica strada per andare avanti. Sarò il presidente di tutti gli americani, mi batterò anche per coloro che…

View original post 208 altre parole

Modifica del ‘petitum’ e della ‘causa petendi’ ai sensi dell’ex art. 183 del c.p.c.


Medicina, Cultura, e Legge

Di fronte a un atto di citazione per una richiesta di risarcimento, il quale (per i più svariati motivi) sia precario e/o deficitario nei suoi elementi costitutivi (anche per via della possibile circostanza che, nel frattempo, altri danni siano insorti e/o siano insorgenti), ovvero il petitum e la causa petendi,si può ancora operare una precisa modifica evitando di far subire alla parte attrice un danno conseguente, difatti ai fini della determinazione del valore della domanda il giudice deve sempre tener conto del contenuto sostanziale della pretesa fatta valere, e deve, infatti, valutare non solo le risultanze dell’atto di citazione, ma anche le precisazioni e/o modificazioni apportate dall’attore nella prima udienza di comparizione e trattazione (ex art. 183, co. 5 c.p.c.) e/o nella propria Memoria ex art. 183co. 6, n. 1, c.p.c.

Tuttavia, la causa petendi non dev’essere ‘estesa’ o ‘mutata’, a meno che non…

View original post 1.980 altre parole

LombardiaSociale.it, Newsletter 20 gennaio 2021


MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI

RiformaLa valutazione della LR 23/2015 da parte del Ministero della Salute.Quali messaggi per il welfare sociale lombardo?

DisabilitàRiaffermare il valore sociale della cura delle persone più fragili in tempoCovid.Riflessioni dall’esperienza di una RSDper ripensare i servizi nella complessità della situazione attuale

AnzianiQuali sono gli insegnamenti che i servizi sociosanitari possono trarre dalla fase 1 dell’emergenza?Il vissuto di una RSA della provincia di Milano

Presa in caricoPotenziare il territorio considerando anche il sociale:riflessioni sulla revisione della medicina di territorio

Non autosufficienzaAvanti con Misura B1, B2 e PRO.VI:i principali contenuti del Programma operativo lombardo per il 2021 a favore delle persone con grave e gravissima disabilità che vivono al domicilio

Emergenza Covid-19Definitala nuova misura regionalea sostegno delle famiglie colpite dalla crisi, in continuità con le misure precedenti, nonostantele criticità attuative di questi mesi

View original post

Emanuele Macaluso (1924-2021)


MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI

Politico. Dal 1947 al 1956 segretario regionale della Cgil in Sicilia. Eletto alla Camera con il Pci nel 1963, 1968, 1972, al Senato nel 1976, 1983, 1987, 1992. Giornalista. Dall’82 all’86 fu direttore dell’Unità. Per quindici anni, fino alla chiusura nel 2010, direttore del mensile Le ragioni del socialismo. Editorialista del Riformista (dove si firmava Em.Ma., come nei corsivi dell’Unità), lo lasciò in polemica con il cambio della guardia al vertice del giornale nel marzo 2008 da Paolo Franchi ad Antonio Polito. Del Riformista è stato poi direttore, dal maggio 2011 alla chiusura del quotidiano nel marzo 2012. Ha scritto anche sul Mattino, l’Unione Sarda e La Stampa. «Sono l’unico uomo politico del Pci che non ha mai parlato con Craxi» • «Mio padre era ferroviere. Eravamo tre fratelli e facemmo tutti l’Istituto minerario. Per conto mio studiai Legge, Storia, Letteratura. A Caltanissetta c’era un gruppo con una grande passione…

View original post 2.647 altre parole

Misterioso annuncio durante tg: Biden in consegna federale


Sembra che si metta male per Biden.

UnUniverso

Durante il telegiornale di di OAN news, tra un filmato e l’altro, se se ne inserisce misteriosamente un terzo che riporta:

Joe Biden alla cerimonia del giuramento; rimarrà in custodia federale fino ad un’udienza di detenzione che si terrà venerdì.

Che sia questa la diffusione di notizie di emergenza (Emergency Broadcast) di cui si è tanto parlato?

View original post

Generale Walker, “Ci sarà una pacifica transizione verso il potere MILITARE” – Nominati 2.000 US Marshals


UnUniverso

Il generale Walker da wikipedia:

William J. Walker da wikipedia:

è un maggiore generale dell’esercito degli Stati Uniti e per nomina presidenziale è il 23 ° comandante generale della Guardia nazionale del Distretto di Columbia

In un intervista recentissima a ABC News (pieno Mainstream) dice esattamente queste parole «Ci sarà una transizione pacifica verso il potere militare»

Qualcuno a fatto obiezione che verso la metà dell’intervista egli dica che il potere passerà al vice presidente e al presidente eletto, ma non è così, quello che dice verso metà dell’intervista è «i militari creeranno una bolla intorno al vice presidente e al presidente eletto», nessun riferimento al passaggio di potere verso di loro solo verso i MILITARI.

L’intervista al link

https://abcnews.go.com/GMA/News/video/state-capitols-washington-dc-ramp-security-ahead-inauguration-75318810

Inoltre come si vede nel tweet di seguito: 2.000 membri della guardia nazionale hanno appena giurato come U.S. Marshals proprio prima del giuramento di Biden. Gli U.S. Marshal

View original post 43 altre parole

Il nostro Pci. 1921-1991. Un racconto per immagini di Fabrizio Rondolino (Rizzoli), 2021


MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI

Susanna Turco su L’Espresso: «Sorpresa di fine 2020: quello che rimane da raccontare del comunismo italiano è uno stato d’animo. Il “nostro Pci”, più che il Pci. Sorpresa numero due: a sostenerlo, dal fondo del suo cinico disincanto, è Fabrizio Rondolino, giunto ormai da oltre tre anni a una certa distanza dalla politica, che cominciò a frequentare nel 1976 per poi smettere quarant’anni dopo (è stato Matteo Renzi l’ultimo, letale, entusiasmo). […] Era davvero una grande comunità, un mondo: alla fine degli anni Settanta, racconta, aveva quasi due milioni di iscritti, 130 mila dirigenti, oltre 12 mila sezioni. Praticamente un esercito. “Un equivalente oggi non c’è: ciò che più gli si avvicina è lo scoutismo, al netto della fede. Era un mondo molto valoriale, una vera e propria comunità, caratterizzata da solidarietà interna, meccanismi di cooptazione, intensa attività anche pratica: certo, noi non andavano a fare i campeggi sui monti”. […] 

View original post 199 altre parole

Il bambino è il maestro. Vita di Maria Montessori di Cristina De Stefano (Rizzoli), 2020


MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI

Paolo Fallai sul Corriere della Sera:

«Chi era davvero Maria Montessori? Al suo nome si lega il metodo che ha rivoluzionato la pedagogia, mettendo il bambino al centro del processo educativo e rispettando il suo “io” e i tempi con cui si costruisce. Una rivoluzione che poteva compiere soltanto una donna capace di decisioni controcorrente in ogni momento della sua esistenza. La sua vita è stata molto celebrata, ma mancava ancora un ritratto che provasse a delinearne, senza preconcetti e senza sconti, la personalità fortissima. Cristina De Stefano, attraverso testimonianze dirette e carteggi inediti, ci mostra una Montessori sorprendente e poco conosciuta. Allieva in lotta contro l’istituzione scolastica, laureata in Medicina quando una donna all’università era una rarità, da giovane si divide tra la militanza femminista, il volontariato sociale e il lavoro in corsia. Poi, un giorno, davanti ai bambini abbandonati in manicomio perché troppo difficili per la scuola, ha…

View original post 144 altre parole