Claudio Gerbino Le madri lasciano segni indelebili Koinè, 2021

Mappe nel Sistema dei Servizi alla Persona e alla Comunità

Claudio Gerbino Le madri lasciano segni indelebili Koinè


Anno:2021

Le madri: molto è stato scritto sul rapporto madre-figlio, sull’importanza della figura materna nella vita del bambino, sui danni provocati dalle carenze materne, eccetera. Ma spesso dimentichiamo che una madre, prima di diventare tale, è stata una bambina figlia di un’altra madre. Potremmo ritornare all’indietro all’infinito alla ricerca di motivi e cause che condizionano il comportamento e l’atteggiamento di una madre verso il proprio figlio. Gli studi e l’esperienza clinica ci dicono che molte delle donne che diventano madri non hanno raggiunto una maturità personale e non hanno un’identità di genere prima di avventurarsi nell’esperienza della maternità: donne non realizzate e insoddisfatte che diventano madri inadeguate. Da Melanie Klein in poi conosciamo la definizione di “madre buona – madre cattiva”. L’autore invita a ridefinire le madri sulla base dei limiti imposti dalla loro umanità, e del contesto in cui avviene…

View original post 137 altre parole

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.