La Sacra Famiglia

Alchimie

Sono trascorsi solo una ventina d’anni dal tondo di Botticelli (1483) quando Michelangelo nel suo tondo Doni (1503) ci offre una ulteriore umanizzazione dei personaggi sacri. La soluzione compositiva del Buonarroti abbandona gli stereotipi medioevali di Maria in trono con il Bambino benedicente. La Sacra Famiglia viene rappresentata in un momento oserei dire privato, più umano. Maria è seduta sulla nuda terra in una ambientazione da picnic domenicale, manca solo il cesto con la tovaglia e gli alimenti. Questa attualizzazione della storia ci propone contenuti interpretativi complessi e articolati. Il dipinto mette in contrapposizione il mondo antico del Vecchio Testamento, evocato dai nudi pagani, con il Nuovo Testamento rappresentato da Gesù bambino. La mediazione, non solo compositiva, è segnata dalla presenza del piccolo Giovanni Battista, al di là di quello scalino di pietra che fisicamente li separa,

View original post

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.